Dico, Pax in nomine Patris – Family Day e dintorni profani

/Dico, Pax in nomine Patris – Family Day e dintorni profani
Dico, Pax in nomine Patris – Family Day e dintorni profani 2018-03-05T17:02:12+00:00

Project Description

“La Scienza non è uno strumento ideologico; non rispettare la Vita ed i Diritti di Tutti gli Uomini, dell´Altro da noi, è il Principio Fondamentale di una Moralità e di un Comportamento criminale”.

In un Altrove Lontano dove spazio e tempo si incistano beati sui percorsi della fantasia che rifugge dai sentieri oscuri della schizofrenogenesi mediatica, ci sforziamo di superare le immagini per tentare di capire. Davanti ai nostri occhi l’intolleranza e la chiusura di un’improbabile maggioranza chiamata a raccolta, come pecore al pascolo, in un insensato Family Day, per rinverdire i fasti mai sopiti di un’italietta che fa dell’ipocrisia la sua bandiera. Una Maggioranza dominata dal Desiderio Criminale che si è appropriata persino dell’esclusività del diritto di filiazione di un dio ed evoca a sé il potere di legiferare sulla vita degli altri e di escluderli dalla Terra Promessa.

Con un movimento di riflusso, l’attuale capo della Chiesa cattolica, di monteverdiane memorie, in uno sfarzoso ritorno in patria sembra voler rigettare tout court le innovazioni del Concilio Vaticano II, che sembrano appartenere, ormai ad un passato mitologico. Molti non credenti, nei lontani anni ‘60, furono attratti dalla bontà di Giovanni XXIII, primo papa tra i carcerati, altri, in tempi più recenti, hanno subìto il carisma di Giovanni Paolo II, il pontefice che ha inflitto la spallata decisiva al comunismo ormai vacillante. Questi, negli ultimi anni della sua vita, in un mondo che pensa solo all’apparenza, ha infranto il muro della vergogna, dimostrando con l’esempio l’ideologia cristiana della sofferenza. Di contro, oggi, l’intolleranza, i raduni di massa di uomini e donne soddisfatti della propria virilità e fertilità, che si arrogano il diritto di negare ai diversi da loro la possibilità di un progetto di vita comune.